Eiaculazione precoce

La definizione di eiaculazione precoce è controversa. Da una parte si fa riferimento ai tempi (1 minuto, 3 minuti, 10 spinte coitali ecc…) dall’altra si fa riferimento alla capacità di controllo: viene definita eiaculazione precoce l’incapacità di controllare i tempi eiaculatori stessi. Personalmente preferisco fare riferimento a parametri soggettivi, piuttosto che oggettivi poiché è la sola maniera per capire i disagi del paziente. Per eiaculazione precoce si intende la scontentezza/frustrazione/disappunto e chi più ne ha più ne metta in relazione ai tempi eiaculatori ritenuti troppo brevi.

L’eiaculazione precoce riconosce cause psicologiche (nella maggioranza delle volte) e cause organiche in una minoranza. Talvolta capita che le due cause siano sovrapposte. Le cause organiche sono: fimosi, infiammazione della cute del pene e della prostata. Un visita ed un colloquio con un andrologo sono sufficienti per dirimere il dubbio.
Per eiaculazione precoce si intende la scontentezza in relazione ai tempi eiaculatori ritenuti troppo brevi. L’eiaculazione precoce riconosce cause psicologiche (nella maggioranza delle volte) e cause organiche in una minoranza. Se l’eiaculazione precoce è di origine fisica si tratta la malattia che ne è causa. Se di origine psicogena la psicoterapia/consulenza sessuologica sono i cardini della terapia, poiché i farmaci (anche recenti) sono efficaci solo fino a tanto che sono assunti.
Se l’eiaculazione precoce è di origine fisica si tratta la malattia che ne è causa. Se di origine psicogena le cose sono diverse e si rimanda all’apposito capitolo: la terapia della patologia andrologica di origine psicogena. Esiste comunque una terapia medica dell’eiaculazione precoce basata sulla somministrazione di antidepressivi triclici o inibitori del riciclo di serotonina. La terapia con farmaci è solamente un sintomatico, per cui una volta sospeso il farmaco si ritorna daccapo. Nulla hanno aggiunto in termini di risultati i recenti farmaci propagandati per eiaculazione precoce. Le creme anestetiche sono laboriose da usare, vanno applicate, lasciate in situ un’ora circa, e lavate via altrimenti si anestetizza la partner.

Richiedi informazioni:

Campi obbligatori *

Il blog del Dott. Cavallini su:

Ambulatori

Ferrara Via Mascheraio, 46
Tel. +39 0532/200847
Dott. Giorgio Cavallini
Via Mascheraio, 46 44121 Ferrara (Fe)
E-mail: giorgiocavallini@libero.it - Tel. +39 0532/200847
Privacy Policy - P.Iva 01156940387
Hosting TITANKA! Spa © 2018