Novità (le solite) dal congresso nazionale di andrologia 2013: ovvero l’ andrologia in tempo di crisi.

Dal 18 al 21 settembre 2013 si è svolto a Firenze il 29° Congresso Nazionale della Società Italiana di Andrologia, e fono a qua niente di nuovo. C’ è tutti gli anni, più o meno a queste epoca.

Il solito noto di turno sciorinava una serie di dati che tendevano a dimostrare che il deficit erettivo modesto e l’ ipertrofia prostatica modesta venivano ben curati con la stessa pastiglia (Tadalafil [Cialis]5 mg) assunta tutti i giorni. Non è una novità, si sapeva da almeno un paio di annetti abbondanti. Da notare che questa terapia non è mutuabile ed ha un costo di 240 euro al mese: praticamente un mutuo.

Peccato che il conferenziere abbia dimenticato una serie di dati importanti:

1)       Lo stesso risultato può essere ottenuto con farmaci mutiabili e sildenafil generico, che costa molto meno

2)       Ovvero, se proprio vogliamo esagerare: thè verde (in bustine quello del supermercato) e sildenafil generico.

Certo in questo modo si assumono due pastiglie invece di una, ma che volete, in tempi di crisi si può ben scegliere una terapia che male che vada costa 3-4 volte di meno di quella di cui sopra.