Microchirurgia andrologica

Almanacco Andrologico
Notizie Flash Gruppo Andrologico Gynepro.

 

Numero 1 - Giornalino mensile.

 

A cura di:
Giorgio Cavallini (giorgiocavallini@libero.it)

  • Via Mascheraio 46, 44121 Ferrara tel. 0532200847
  • Gynepro Medical, Sede di Bologna, via Tranquillo Cremona 8, 44137 Bologna tel 051.44124
  • Gynepro Medical, Sede di Verona, Viale del Lavoro 25a, 37135 Verona. Tel. 051.44124 (lo stesso di Bologna)
  • Poliambulatori San Polo, via Tiziano Aspetti 106, 35133 Padova. Tel 049.8643200.

Edoardo Pescatori (edopes@alice.it)

  • Centro medico chirurgico DEMETRA, Via Giardini, 11 – 48022 Lugo (Ravenna) (RA)
  • Hesperia Hospital, Via Arquà 80/1 – 41100 Modena (MO)
  • Gynepro Medical, Sede di Bologna, via Tranquillo Cremona 8, 44137 Bologna tel 051.44124
  • Gynepro Medical, Sede di Verona, Viale del Lavoro 25a, 37135 Verona. Tel. 051.44124 (lo stesso di Bologna)
  • Ambulatorio Medico Chirurgico MORO, Piazza Salandra 5/A – 43100 Parma

Walter Ciampaglia

 


 

Almanacco: il perché di un nome.
“Almanacco” era un programma televisivo RAI di divulgazione, andato in onda dal 1963 al 1968. Il sottotitolo era “Almanacco di storia, scienza e varia umanità”.
Nei primi anni la trasmissione era presentata da Giancarlo Sbragia, poi da Nando Gazzolo. Era strutturata in quattro servizi, ciascuno dei quali toccava un diverso argomento di scienza, storia o costume, privilegiando quei temi che potevano “servire meglio a dare il senso dell’avventura umana sulla Terra”. Nel comitato di redazione figuravano studiosi e docenti universitari come Ginestra Amaldi, Carlo Bo, Alfonso Gatto e Gabriele De Rosa.
Giancarlo Sbragia e Nando Gazzolo iniziavano leggendo le richieste degli spettatori che arrivavano con la corrispondenza alla redazione della trasmissione ed i servizi presentati rispecchiavano il più possibile le aspettative del pubblico.
E’ nostra ambizione raccogliere quel testimone e trattare, argomenti a richiesta di vuoi lettori nonché gli argomenti che meglio caratterizzano la andrologia. In particolare e rifacendo il verso alla trasmissione degli anni ’60 verranno anche illustrate le tecniche andrologiche diagnostiche, mediche e chirurgiche adottate da Gynepro, che sono parte integrante della nostra storia professionale. Le nostre e.mail sono nella intestazione. Scriveteci, e dite quale argomento interessa di più, ovvero se desiderate un approfondimento delle notizie presentate. Abbiamo scelto volontariamente la concisione.
Questo invito verrà fatto ad ogni numero. Repetita iuvant.

 

La microchirurgia andrologica A Gynepro.
Il gruppo Andrologico Gynepro utilizza la tecnica microchirurgica in tutte le patologie andrologiche in cui è possibile utilizzarla: azoospermia ostruttiva (MESA: aspirazione microchirurgica di spermatozoi da epididimo); azoospermie non ostruttiva (Micro-TESE: estrazione microchirurgica di spermatozoi dal testicolo), varicocele, ricostruzione dei deferenti dopo vasectomia.
La maggior parte delle tecniche chirurgiche viene mediata dalla cosìdetta “buona pratica clinica”, che viene tramandata come antica tradizione da maestro ad allievo. Nonostante siano possibili osservazioni in negativo alla pratica microchirurgica soprattutto in relazione alla difficoltà di esecuzione, alla lunghezza degli interventi ed al costo degli strumenti, esiste comunque una evidenza irrefutabile a sostenere la maggiore validità della microchirurgia rispetto alla chirurgia convenzionale (Fan et al. 2015) .
I vantaggi rispetto alla chirurgia convenzionale sono: incisoni cutanee più piccole, minore danno alle strutture, minore perdita ematica, minori infezioni, più rapido recupero postoperatorio, minori complicazioni perioperatorie e postoperatorie, ed in alcuni casi, migliori risultati (Gautschi et al. 2014).
In linea generale la selezione dei pazienti da sottoporre ad intervento chirurgico dipende essenzialmente da due fattori: lo stadio della malattia e la condizione del paziente (Ramachandran et al. 2013).
La necessità di selezionare pazienti non esiste in andrologia, in quanto tutti possono essere sottoposti ad intervento microchirurgico, qualora la patologia lo permetta sia per la situazione anatomica degli organi da sottoporre a chirurgia, si per le peculiarità della patologia andrologica (Lue et al. 2013, Mehta et al. 2013).
L’ insieme di tutti questi fattori positivi ha indotto la dirigenza ed il gruppo andrologico Gynepro ad applicare ad ampio raggio le tecniche microchirurgiche con approfondimenti nei prossimi numeri del giornalino.

 

Bibliografia
1. Fan KL, Patel KM, Mardini S, Attinger C, Levin LS, Evans KK. Evidence to support controversy in microsurgery. Plast Reconstr Surg. 2015 Mar;135(3):595e-608e.
2. Gautschi OP, Stienen MN, Corniola MV, Schaller K. Minimal invasive surgery: historical review, current status and perspective.Praxis (Bern 1994). 2014 Oct 29;103(22):1323-9.
3. Lue TF, Goldstein M. Surgeries in andrology: optimization and patients’ well being. Asian J Androl. 2013 Jan;15(1):3-4.
4. Mehta A, Li PS. Male infertility microsurgical training. Asian J Androl. 2013. Jan;15(1):61-6.
5. Ramachandran S, Ghanem AM, Myers SR. Assessment of microsurgery competency-where are we now? Microsurgery. 2013 Jul;33(5):406-15.

 

Componenti del Gruppo Andrologico Gynepro
Marco Filicori
Edoardo Pescatori
Giorgio Cavallini
Walter Ciampaglia