La storia naturale del Morbo di La Peyronie

La storia naturale è l’ evoluzione di una malattia in assenza di terapia. Lo studio della storia naturale aiuta ad indentificare i fattori che influenzano la progressione, la stabilizzazione o la stabilizzazione della malattia. Il che è particolarmente efficace nello studio delle norme che possono portare a guarigione od a miglioramento della sintomatologia. Es. è piuttosto difficile guarire l’ asma, se non si smette di fumare.
Particolarmente interessante è lo studio della storia naturale del morbo di la Peyronie, malattia ritenuta misteriosa, ma di cui si comincia a capire qualche cosa, anzi più di un qualche cosa. Anzitutto il morbo di La Peyronie è più frequente in tutte le malattie che provocano fibrosi del pene: diabete, arteriopatie, età oltre i 50, obesità, fumo, alterazioni ormonali, chirurgia pelvica.

Un particolare assetto genetico sovrapposto a questi fattori di rischio pare essere il determinante.
Gianni Paulis (di Albano Laziale) e Giorgio Cavallini hanno dimostrato che il morbo di la Peyronie sembra essere più aggressivo (progredisce più rapidamente) in tutti questi soggetti più esposti a fibrosi: diabetici, arteriopatici, pazienti operati a livello del piccolo bacino, obesi, ecc…

 

L’ articolo sta per essere pubblicato su “Andrology”. E fino a qua ci siamo, non fosse altro che questi dati costituiscono una conferma indiretta che i farmaci antifibrotici (=antiossidanti) possono essere un valido supporto terapeutico per questa patologia, analogamente alla cessazione del fumo, alla correzione del diabete, delle alterazioni ormonali e di tutte le altre condizioni predisponenti a fibrosi del pene.

 

In apparente contrasto con tutto questo sta il fatto che il morbo di La Peyronie è nettamente più aggressivo nei soggetti giovani. In questo si conferma la natura replicativa tumore simile della malattia: difatti anche le neoplasie vere e proprie si comportano in tal modo.

 

Non si spaventino i lettori se la neoplasia così come la si conosce è la cascata del Niagara, il morbo di la Peyronie è acqua che sgocciola dal rubinetto. Nell’ uno e nell’ altro caso è sempre acqua che cade: ma sotto le cascate del Niagara si può morire, lo sgocciolio del rubinetto è solo una scocciatura.

 
Bibliografia
Paulis G., Cavallini G. The Natural hystory of Peyronie’ s disease: mith or reality?. Andrology, in stampa.