L’ infertilità maschile non spiegata

Autore.

Dr. Giorgio Cavallini.

 

Titolo.

L’ infertilità maschile non spiegata.

 

Riassunto

L’ infertilità maschile non spiegata è l’ icapacità di indurre gravidanza in assenza di alterazioni spermatiche evidenti allo spermiogramma. Colpisce il 15% circa delle coppie infertili.

Alterazioni cromosomiche, genetiche e delle proteine che avvolgono I cromosomi sono state chiamate in causa per spiegare la genesi di questo particolare tipo di infertilità

La terapia nota attualmente è la sola fecondazione assistita.

 

Definizione.

Circa il 15%-20% delle coppie sessualmente attive non riesce a concepire dopo una anno di rapporti non protetti, e pertanto vengono definite infertili. Ancora il 15% di queste non presenta segni clinici, anamnestici (cioè nella storia clinica) strumentali o di laboratorio di infertilità. In pratica sono tutti a posto, ma non sappiamo il perché non riescano a concepire.
Per infertilità maschile non spiegata (UMI: undefined male infertility) si intendono appunto questi casi: dove esiste una coppia infertile e gli esami anche del seme sono normali.

Ricerche degli ultimi 10 anni hanno dimostrato che UMI può essere causata da alterazioni genetiche.

 

Cause.

UMI è stata associate alle seguenti alterazioni genetiche: 1) alterazioni strutturali dei cromosomi delle cellule non addette alla riproduzione (cellule somatiche = cellule del corpo); 2) mutazioni genetiche delle cellule somatiche; 3) anomalie cromosomiche; and 4) disordini epigenetici (epigenetico = tutti i tipi di informazione trasmessi dallo spermatozoo all’ embrione, non dipendenti da geni o cromosomi).

  1. Alterazioni strutturali dei cromosomi delle cellule somatiche.

I pazienti con traslocazioni cromosomiche possono essere affetti da UMI, ma di rado. Per traslocazione si intende lo scambio di segmenti di DNA fra cromosomi non appartenenti alla stessa coppia (nell’ uomo ogni cellula, a parte quelle riproduttive, contiene 23 coppie di cromosomi). Tale scambio è dovuto a rottura meccanica delle braccia dei cromosoma durante il processo di riproduzione cellulare.

  1. Mutazioni genetiche.

Mutazioni dei geni che controllano i canali degli ioni positivi (CaSper) e UMI ed il corretto funzionamento dei mitocondri (Polg) degli spermatozoi sono coinvolti nella genesi di UMI.

a) Geni CatSper.

Il calcio (Ca++) e l’ idrogeno (H+) devono essere attentamente regolati nella loro concentrazione all’ interno degli spermatozoi per permettere il corretto funzionamento dello spermatozoo. Questi canali sono sistemati nella parte iniziale della coda degli spermatozoi. Alterazioni dei geni che controllano il corretto funzionamento di questi canali sono stati associati a incapacità spermatica di aderire all’ ovocita, di penetrare l’ ovocita e di iniettare il proprio corredo genetico all’interno dell’ ovocita (= fertilizzazione dell’ ovocita). In questi soggetti è presente UMI.

b. Geni Polg.

I geni Polg appartengono ai mitocondri, che sono organelli cellulari dedicati alla respirazione. Secondo una teoria tutt’ altro che peregrina (la teoria endosimbiotica) i mitocondri deriverebbero da ancestrali batteri, capaci di metabolizzare ossigeno, che sarebbero stati inglobati dalle cellule con conseguente mutuo beneficio. Le cellule così “attrezzate” potrebbero ottimizzare la produzione di energia e divenire pertanto sempre più complesse ed efficienti recente studio dell’Università delle Hawaii a Manoma e di quella dell’Oregon ha permesso di individuare il batterio marino da cui discendono i mitocondri, ovvero il clade SAR11.

Qundi da buoni ex-batteri i mitocondri hanno il loro bel corredo genetico, rudimentale, ma presente. Questo corredo, fatto di DNA, è particolarmente fragile poiché i mitocondri non posseggono gli istoni (che sono quelle proteine che avvolgono e proteggono il corredo genetico umano) e per di più sono la sede del metabolismo dell’ ossigeno della cellula e producono grandi quantità di specie reattive dell’ ossigeno (ROS) che hanno il bel vizio di alterare la struttura di tutto ciò che trovano. Alterazioni (da ROS) dei geni Polg sono relativamente frequenti e possono provocare UMI.

  1. Alterazioni di numero dei cromosomi.

Durante il processo di maturazione degli spermatozoi (meiosi) il materiale genetic viene equamente suddiviso fra le cellule grazie ad un organulo intracellulare che si chiama fuso. Anomalie del fuso possono portare ad anomalie del numero di cromosomi. Alterazioni del numero di cromosomi sono state riscontrate in UMI.

  1. Disordini epigenetici.

Alterazioni degli istoni sono state associate ad UMI.

 

Diagnosi

Kit diagnostici per le anomalie dei geni POLG sono attualmente sul mercato, mappature cromosomiche delle cellule somatiche e analisi numeriche dei cromosomi spermatici possono venire utilizzati per la diagnostica delle restanti cause di UMI. Prevalentemente nel caso si volesse procedere a fecondazione assistita.

 

Terapia.

Al momento la Terapia di UMI e unicamente la fecondazione assistita.

 

Bibliografia.

  1. Hamada A, Esteves SC, Nizza M, Agarwal A (2012) Unexplained male infertility: Diagnosis and management. Int Braz J Urol. 38:576–94.
  2. Sigman M, Lipshultz L, Howard S (2009) Office evaluation of the subfertile male. In: Lipshultz LI, Howards SS, Niederberger CS (eds) Infertility in the Male, 4th ed. Cambridge: Cambridge University Press, pp. 153–76.
  3. Aitken RJ, Koopman P, Lewis SE (2004) Seeds of concern. Nature. 2004;432:48–52
  4. Esteves SC, Zini A, Aziz N, Alvarez JG, Sabanegh ES, Jr, Agarwal A (2012) Critical appraisal of world health organization’s new reference values for human semen characteristics and effect on diagnosis and treatment of subfertile men. Urology. 79:16–22.
  5. Hamada A, Esteves SC, Agarwal A (2012) Genetics and male infertility. In: Dubey AK, editor. Infertility, Diagnosis, Management and IVF. 1st ed. New Delhi: Jaypee Medical Publishers Inc., pp. 113–57.
  6. Bailey JA, Gu Z, Clark RA, Reinert K, Samonte RV, Schwartz S (2002) Recent segmental duplications in the human genome. Science. 2002;297:1003–7.
  7. Hargreave TB (2000) Genetic basis of male fertility. Br Med Bull 56:650–71.
  8. Matzuk MM, Lamb DJ (2002) Genetic dissection of mammalian fertility pathways. Nat Cell Biol 4 :41–49.
  9. Georgiou I, Syrrou M, Pardalidis N, Karakitsios K, Mantzavinos T, Giotitsas N (2006) et al. Genetic and epigenetic risks of intracytoplasmic sperm injection method. Asian J Androl 8:643–73.
  10. Ferlin A, Raicu F, Gatta V, Zuccarello D, Palka G, Foresta C (2007) Male infertility: Role of genetic background. Reprod Biomed Online 14:734–45.
  11. Dada R, Thilagavathi J, Venkatesh S, Esteves SC, Agarwal A (2011) Genetic testing in male infertility. Open Reprod Sci J 3:42–56.
  12. Conn CM, Cozzi J, Harper JC, Winston RM, Delhanty JD (1999) Preimplantation genetic diagnosis for couples at high risk of Down syndrome pregnancy owing to parental translocation or mosaicism. J Med Genet 36:45–50.
  13. Lishko PV, Kirichok Y (2010) The role of Hv1 and CatSper channels in sperm activation. J Physiol 588:4667–4672.
  14. Carlson AE, Burnett LA, del Camino D, Quill TA, Hille B, Chong JA (2009) Pharmacological targeting of native CatSper channels reveals a required role in maintenance of sperm hyperactivation. PLoS One 4:e6844.
  15. Esteves SC, Verza S., Jr (2011) Relationship of in vitro acrosome reaction to sperm function: An update. Open Reprod Sci J 3:72–84.
  16. Hildebrand MS, Avenarius MR, Fellous M, Zhang Y, Meyer NC, Auer J (2010) Genetic male infertility and mutation of CATSPER ion channels. Eur J Hum Genet 18:1178–1184.
  17. Cameron Thrash, Alex Boyd, Megan J. Huggett, Jana Grote, Paul Carini, Ryan J. Yoder, Barbara Robbertse, Joseph W. Spatafora, Michael S. Rappé, Stephen J. Giovannoni (giugno 2011). Phylogenomic evidence for a common ancestor of mitochondria and the SAR11 clade. Nature. DOI:10.1038/srep00013.
  18. Venkatesh S, Deecaraman M, Kumar R, Shamsi MB, Dada R (2009) Role of reactive oxygen species in the pathogenesis of mitochondrial DNA (mtDNA) mutations in male infertility. Indian J Med Res 129:127–37.
  19. Richter C, Suter M, Walter PB (1998) Mitochondrial free radical damage and DNA repair. Biofactors 7:207–8.
  20. Rovio AT, Marchington DR, Donat S, Schuppe HC, Abel J, Fritsche E (2001) Mutations at the mitochondrial DNA polymerase (POLG) locus associated with male infertility. Nat Genet 29:261–262.
  21. Jensen M, Leffers H, Petersen JH, Nyboe Andersen A, Jørgensen N, Carlsen E (2004) Frequent polymorphism of the mitochondrial DNA polymerase gamma gene (POLG) in patients with normal spermiograms and unexplained subfertility. Hum Reprod. 19:65–70.
  22. Moosani N, Pattinson HA, Carter MD, Cox DM, Rademaker AW, Martin RH (1995) Chromosomal analysis of sperm from men with idiopathic infertility using sperm karyotyping and fluorescence in situ hybridization. Fertil Steril 64:811–817.
  23. Tempest HG, Martin RH (2009) Cytogenetic risks in chromosomally normal infertile men. Curr Opin Obstet Gynecol 21:223–227.
  24. Carrell DT, Emery BR, Hammoud S (2007) Altered protamine expression and diminished spermatogenesis: What is the link? Hum Reprod Update 13:313–27.
  25. Nanassy L, Carrell DT. Paternal effects on early embryogenesis (2008) J Exp Clin Assist Reprod 5:2.
  26. Esteves SC (2013) A clinical appraisal of the genetic basis in unexplained male infertility J Hum Reprod Sci 6: 176–182.