In calo la fertilità dei giovani

Su un campione di circa 10.000 (18-23 anni) ragazzi si è rilevato eccessivo consumo di bevande alcoliche nel 30%, tabagismo (23%), uso abituale di stupefacenti (50%), scarso sviluppo testicolare (14%), sottoeso (35%), varicocele (27%).

Tutti questi dati fanno sospettare un calo della fecondità maschile intorno al 20%-30%, più tutto il resto.

I costi sociali ed individuali di tale malcostume sono e saranno sempre più elevati, per cui sarebbe auspicabile una sorta di prevenzione territoriale.